Menu

Cose che mi sarebbe piaciuto sapere sull’allattamento al seno

Suggerimenti veri da mamme vere.

Certo, l’allattamento è un gesto naturale ma ciò non significa che sia sempre facile.

La sensazione di essere una contorsionista mentre provi a trovare la posizione migliore senza dare troppo nell’occhio al ristorante, chiedendoti com’è possibile che il tuo piccolo abbia di nuovo fame e facendo i conti con la frustrazione di un attacco errato: possono essere tante le difficoltà che si paventano durante il periodo dell’allattamento. Tieni presente che sia tu che il tuo bambino imparerete strada facendo e tutto diventerà più semplice. Qui, le mamme che allattano con un po’ di esperienza in più condividono consigli, idee e tutto ciò che avrebbero desiderato sapere.

“Chi si immaginava che la taglia di reggiseno avrebbe continuato a cambiare! I reggiseni prémaman acquistati durante la gravidanza non mi andavano più una volta arrivata la montata lattea. Non acquistarne troppi tutti in una volta e... allarga le tue vedute!”

“C’è a chi piace sedersi per un pasto rilassante e a chi piace consumare uno spuntino in movimento. Vale lo stesso per l’allattamento. Dimenticati di tutto ciò che hai letto nei libri e di tutto quello che dicono le amiche benintenzionate e rispetta l’unicità del tuo bambino”

“L’allattamento su richiesta nel vero senso della parola significa: allatta ogniqualvolta il tuo piccolo lo voglia e rafforzerai la tua erogazione di latte. Anche se è un po’ scioccante il fatto che potrebbe essere più di 12 volte nell’arco di 24 ore!”

“Avrei voluto essere a conoscenza del fatto che è possibile contrarre il mughetto al seno. Era così doloroso e a quanto pare ero più esposta poiché durante il parto mi erano stati somministrati degli antibiotici”

“I cuscini per l’allattamento sono fantastici, fanno passare il mal di schiena e sollevano il bambino all’altezza corretta”

“Non mi ricordavo mai da quale seno avevo allattato la volta precedente, perciò mettevo un elastico al polso sul lato dal quale avevo allattato per ricordarlo al mio cervello da gravidanza!”

“La fascia porta bebè è stata la mia salvezza! Mi ha aiutato in un allattamento in pubblico più discreto, ha calmato la mia piccola lasciando le mie mani libere di fare altre cose senza toglierle il contatto con la mia pelle ”

“Può sembrare strano inizialmente ma siediti, riposati e mangia e bevi in modo sano. Non si tratta di essere indulgenti con se stessi, è che in questo modo agevolerai la produzione di latte e, di conseguenza, farai bene al tuo bambino”

“Ho trovato l’estrazione incredibilmente utile: così il mio compagno poteva occuparsi della poppata della notte e io potevo mettermi a letto alle nove per dormire un po’. E anche a lui piaceva tanto”

“Mi ritrovavo a mormorare tutto il tempo ‘naso al capezzolo’ e ciò mi ha aiutato a ottenere l’attacco corretto”

“Come mi sarebbe piaciuto sapere che non viene naturale a tutte, all’inizio”

“Non mi rendevo conto di quanto l’estrazione avesse implicazioni psicologiche, guardare le foto del mio piccolino mentre ero al lavoro ha davvero aiutato la mia calata”

“Metti sempre a portata di mano telecomando, telefono, uno spuntino e dell’acqua, prima di sederti”

“Non acquistare abiti da allattamento costosi. Io ho vissuto con canottiere elasticizzate e qualcosa sopra. Semplice. Abbassa la canotta e solleva la parte superiore e puoi allattare in modo discreto senza mostrare troppo!”

“Non c’è niente di meglio per un bambino che una mamma felice. Se non sei felice fai qualcosa per esserlo: è la cosa migliore, per il tuo bambino rispetto a qualsiasi suggerimento in un libro”

Allattamento al seno: sì o no?

Scopri il glossario dell’allattamento al seno

Miti da sfatare sull’allattamento al seno

Quando è arrivato il secondo bambino ero io ad avere un problema.
Leggi la storia di Rachel

Ci risulta che ti trovi in un Paese diverso Cambia sito?

Ignora